Note biografiche - catknives

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Donec commodo sapien et dapibus consequat.
Carlo Alberto Trevisi

CAT
Coltelli artigianali
Custom knives
Vai ai contenuti

Menu principale:

Note biografiche

Mi chiamo Carlo Alberto Trevisi. Sono nato nel 1940. Abito con mia moglie a Padova. Sono perito industriale meccanico ed ho lavorato in diverse industrie con incarichi di responsabilità nel settore produttivo e commerciale.
I coltelli mi sono sempre piaciuti, ma l'interesse vero e proprio è scaturito a metà degli anni novanta vedendo la collezione di un amico. Mi chiesi se anch'io fossi stato in grado di costruire un coltello.
Procuratami una barra d'acciaio inox, iniziai da autodidatta, con il solo aiuto di seghetto a mano e lime a costruirmi il mio primo prototipo. Mi furono certamente d'aiuto la mia esperienza tecnica ed una discreta manualità.
Anche se, rivisto con il senno di poi, il mio "numero uno" non poteva certo considerarsi un capolavoro, mi procurò una grande soddisfazione.

Alla fine del 1997, con l'arrivo della pensione, i coltelli divennero il mio hobby principale, anche se, naturalmente, non l'unico.

Nel 1999 decisi di confrontarmi con altri hobbisti partecipando al concorso per i coltelli a lama fissa amatoriali di Scarperia, dove ottenni un inaspettato terzo posto.
In quell'occasione ebbi la fortuna di conoscere un gruppo di affermati coltellinai che partecipavano alla concomitante mostra mercato e che furono prodighi di consigli.
Tra loro anche il segretario della Corporazione Italiana Coltellinai che mi incoraggiò a candidarmi come socio. Mi diedi da fare e l'anno successivo mi presentai all'esame con cinque miei pezzi ottenendo l'ammissione.

Da allora ho partecipato, o partecipo regolarmente, a mostre come il CIC Show di Milano, l'Espolama di Lugano, l'IMA Show di Monaco di Baviera, il Knifemakers' Show di Solingen, il Festival du Couteau d'Art di Thiers, l'Olchinger Messertage di Olching (D), il BKS de la Coutellerie di Gembloux (B), la Feria de Cuchilleria Artesanal di Madrid, l'Helsinki Knife Show, il SICAC di Parigi, l' Hessisches Messersammler Treffen di Alten Buseck (D), il Scharfe Sachen di Sindelfingen (D), il Messerklinge Sthal di Dresda (D) ed altre mostre minori in Italia. In occasione della partecipazione al SICAC del 2012 ho ottenuto il "Prix du couteau droit non forgé"

Dal 2005 sono socio anche dell'Achi (Associazione Coltellinai Hobbisti Italiani) e dal 2013 socio del DGM l'associazione dei coltellinai tedeschi.

Attualmente la mia produzione è abbastanza eterogenea e spazia dai coltelli a lama fissa da caccia e da collezione ai pieghevoli con tecnica liner-lock. Infine, grandi soddisfazioni mi procurano i city-knives, piccoli coltelli da tasca a lama fissa.

Dal 2007 mi avvalgo della collaborazione del maestro Lionello Sabatti per incisioni a bulino ed a cesello a mano sui bolster, nonchè decorazioni scrimshaw sulle impugnature.

Gli acciai inox che uso sono principalmente il 420/A, il 440/C, più raramente e praticamente solo su richiesta, 1' RWL 34 e l'acciaio damascato.
Per le impugnature uso i materiali più disparati: legni duri esotici (snakewood, pink ivory, cocobolo, ebano, desert ironwood, ecc.); legni nazionali (ulivo, radica, bosso, stamina ecc.); corni (cervo, bue, bufalo, renna); ossi (cammello, giraffa); avorio fossile, avorio con certificato CITES, madreperla ed infine materie plastiche (micarta, resina acetalica ecc.).

Aggiornato il:
25.09.2017
Torna ai contenuti | Torna al menu